produzione video marketing

Fare promozione turistica con l’Ambient Marketing

3 settembre 2018 comunicazione video

Un video cantato mette allegria, su questo non ci piove!
Per arrivare a produrre e prima ancora a pensare un video così però ci vogliono alcuni elementi indispensabili

Nicco

Nicco

Conosce tutti i modi (più uno) per usare i video nella comunicazione

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Un video cantato mette allegria, su questo non ci piove!

via GIPHY

COSA SERVE PER PRODURRE UN VIDEO IN AMBIENT MARKETING

Per arrivare a produrre e prima ancora a pensare un video così però ci vogliono alcuni elementi indispensabili, tra cui un cliente (VOI!!!) che abbia chiaro che oggi la promozione turistica si misura con un maremagnum sconfinato di produzione video e che lo spunto creativo per mostrare un luogo in modo diverso, non può essere, mostrare quel luogo “con belle immagini di drone”

via GIPHY

Se il cliente illuminato c’è, allora tocca all’Agenzia inventarsi un modo diverso di comunicare l’esperienza di visita. Quando dal Destination Florence Convention & Visitors Bureau ci hanno chiamati chiedendoci un “video diverso che raccontasse una Firenze diversa” ci sono brillati gli occhi e ci è venuto subito in mente una chicca di reference che tenevamo nel cassetto dei sogni in previsione di un giorno di sole.

Se non la conoscevate Shame on you!!, questa piccola gemma è il video di lancio della campagna pubblicitaria di Discovery Channel del 2008 dal titolo “The world is just…awesome”. Il video al momento della sua uscita ebbe un ritorno incredibile, non solo tra i nerd del video marketing, ma anche tra tutti quegli utenti che si riconoscevano nella promessa della campagna e sposavano per questo il Brand che l’aveva attivata.

Cerchiamo di andare a ritroso e proviamo ad immaginarci il parto creativo che ha prodotto questa piccola gemma:

  • Discovery come missione ha quella di mostrare le meraviglie del mondo e di raccontarne i mille aspetti che non si conoscono.
  • Discovery ha da sempre un taglio istituzionale nei suoi prodotti documentaristici e uno molto più casual nelle trasmissioni di intrattenimento con conduttori.
  • Ha dalla sua millemila ore di girato con immagini bomba a mano.
  • Ha dalla sua conduttori e inviati di chiara riconoscibilità.
  • Ha l’obiettivo di attivare una campagna diversa che intrattenga e al contempo trasmetta la promessa del brand

Questa è l’apparecchiatura che si devono essere trovati quelli dell’agenzia 72andSunny quando sono stati chiamati da Discovery. L’idea che mette insieme questi elementi e li sfrutta la meglio è stato il video di lancio di cui sopra.
A livello produttivo è stata mixata la melodia di “Heart and Soul” con il testo rimaneggiato di una canzone scout statunitense dal titolo “I Love the Mountains”.
Concorderete che funziona!

Partendo da questa reference ci siamo immaginati una declinazione sonora che potesse adattarsi alle necessità del Destination.
Proviamo a rifare (stavolta con più cognizione visto che eravamo presenti) l’analisi del brief:

  • DestinationFlorence come missione ha quella di far scoprire Firenze e tutte le sue meraviglie
  • DestinationFlorence vuole veicolare il messaggio che Firenze è una rapsodia di colori formata dai grandi punti di interesse e da una miriade di attività e curiosità talvolta poco note, ma assolutamente golose
  • I Fiorentini nascono immersi nel bello e per questo creano un legame con l’estetica che li accompagna per tutta la vita
  • DestinationFlorence ha dalla sua un archivio sconfinato di attività e luoghi da riscoprire
  • DestinationFlorence vuole presentarsi al pubblico con un video divertente

Rimaniamo un attimo su questo punto finale. Come vedete abbiamo parlato di pubblico e non di target sposando la proposta che Paolo Iabichino fa nel suo Scripta Volant .

Ecco allora l’idea di produrre un video che diverta, intrattenga e nel frattempo faccia aumentare la curiosità per questo nuovo soggetto fiorentino.
E’ a questo punto che abbiamo spruzzato la ricetta con un bel po’ di Ambient Marketing :
i cantori del nostro video non sarebbero stati musicisti professionisti, ma invece persone reali che animano alcuni dei luoghi e delle attività che il portale avrebbe veicolato.

Far cantare “veramente” persone comuni era un’idea che ci stuzzicava moltissimo, perché sposava in pieno un nostro approccio metodologico che ci spinge spesso a cercare il reale dove il pubblico si aspetta il costruito.
Come sentirete alcuni dei nostri mitici cantori steccano.

via GIPHY

Via, siamo clementi.
Non prendono perfettamente la nota,
o la tonalità.
A volte nè la nota nè la tonalità.
A volte non cantavano nemmeno il brano giusto.

MA…..
Come vedrete, la voglia, l’entusiasmo e la passione dei nostri volontari superano le loro defiance canore.

Facciamo però un passo indietro.
Abbiamo il cliente illuminato.
Abbiamo il format di riferimento.
Abbiamo la Città più bella del mondo.

E’ giunta l’ora di scegliere il brano da cantare.

via GIPHY

E qui si apre un mondo. La scelta del brano deve rispondere a mille dinamiche diverse. Deve rispettare la promessa del Brand, deve essere attinente con il luogo e con le persone che lo cantano, deve essere in linea con il tenore del video.
Oppure no!
Pensate il contrario assoluto, anche il contrasto può essere una via.
Quindi non ci sono paletti, non c’è terreno su cui appoggiarsi, è caccia aperta senza regole di ingaggio.
Poi per fortuna arriva Morpheus…

Come si fa a dire di no a Morpheus?
Ecco che quindi anche il brano è scelto.
Adesso, finalmente, può entrare in azione il Direttore della Fotografia con la troupe.

"…e ora viene la scena in cui dovresti cantare a scuarciagola, come se non ci fosse nessuno ad ascoltarti" "Ma infatti non c'è nessuno" "no, ci sono io a riprenderti, quindi non urlare troppo" 😁 tratto da "dialoghi surreali sul boccascena del @maggiomusicale " grazie a @df_cvb e @paolo.klun per averci fatto vedere le luci della ribalta 😍😘 #ripresefirenze #opera #silenceplease . . . . . . . . . . . #videomaking #filmmaking #filmmakers #filmmakinglife #lifeofavideographer #onset #setlife #bestcrew #loveit #light #lightcatcher #dop #doplife #directorofphotography #keylight #photography #backstagephotography #discovertheworld #lifestyle #light #lightcatcher #agamesoftones #killyourcity #urbex #createexplore #neverstopexploring #shotwithlove

A post shared by Studio Riprese Firenze (@studioripresefirenze) on

Dopo due mesi di produzione e un altro mese di post tra mixaggio e color il video vede finalmente la luce.
E quindi dopo tanto parlare, cantiamo un po’ tutti insieme
Senza vergogna
Senza ritegno
Senza paletti
Firenze è così, i fiorentini sono così…
Lasciateci fare e …. Benvenuti

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone