produzione video commercial

L’ambient Marketing funziona

3 gennaio 2018 comunicazione video

Se dico Video in Ambient Marketing non sapete di cosa sto parlando vero?! Facciamo subito un test: vi siete appena svegliati, state inzuppando l’ottavo pandistelle nel caffèlatte e ancora cisposi…

Nicco

Nicco

Conosce tutti i modi (più uno) per usare i video nella comunicazione

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Se dico Video in Ambient Marketing non sapete di cosa sto parlando vero?!
Facciamo subito un test: vi siete appena svegliati, state inzuppando l’ottavo pandistelle nel caffèlatte e ancora cisposi scrollate la vostra bacheca di Facebook. Sì, meraviglia, non siete solo voi a farlo, l’apertura di Facebook è diventata ormai la preghiera laika di una larga fetta di popolazione. Ora, che siate un influencer con millemila amici o un lupo solitario con otto compagnoni delle medie e una zia, da due anni circa la vostra bacheca è piena zeppa di video. Sempre e comunque. In ogni giorno della settimana. Anche se non lo volete.

E’ UN BELLISSIMO MOMENTO PER ESSERE UN VIDEOMAKER

via GIPHY

 

Produrre video ambient marketing è utile

State inzuppando il PandiStelle dicevamo e scrollate, scrollate, scrollate senza fine. Tra i 100 video che passate con il pollicione, riflettete, quale tipologia attrae di più la vostra attenzione? Siete spinti a guardare la nuova pubblicità della Fiat, dell’Ikea o del nuovo Acqua di Giò, oppure trovate maggiore giovamento a rilassarvi senza impegno davanti ad una serie di immagini divertenti di gente che cade maldestramente, di inondazioni disastrose, di gesta acrobatiche di anonimi biciclettari spericolati?

Se non siete anche voi videomaker nerd ossessionati da cosa fanno i concorrenti, se non avete appena comprato casa nuova e se riuscite a distogliere lo sguardo dai bellocci tartugati in bianco e nero allora avete risposto “la seconda”.

via GIPHY

Il motivo è molto semplice, il torrente di video in bacheca di cui sopra, ha anestetizzato i vostri occhietti cisposi di utenti moderni. Ormai avete “l’occhio”, sapete riconoscere una marketta, smascherate subito il Mastrota di turno e se non siete nel mood giusto per ascoltare una nuova proposta commerciale, semplicemente continuate a scollare.

Ma allora se riuscissimo a raccontare una storia fatta di persone vere, di situazioni reali, il vostro sesto senso anti reclame non si attiverebbe e potreste gustarvi il nostro nuovo video senza ricorrere al pollicione.

via GIPHY

Produrre video fiction non sempre paga

E’ vero, ormai tutti i commercial offrono intrattenimento, devono, se vogliono concorrere contro i biciclettari spericolati di prima. Anche l’intrattenimento in fiction però sta raggiungendo la sua soglia di digeribilità. Ce n’è tanto, tantissimo e talvolta stanca.

Ecco perchè quando da EIR ci hanno contattati per la loro nuova campagna di video marketing gli abbiamo prontamente proposto un formato di Video Ambient.

Sì, ok potevamo farla meno lunga e mostrarvi subito il nostro ultimo lavoro, ma poi ci parlavate voi con i nerd che ci gestiscono il SEO

EIR_NO STRESS from Studio Riprese Firenze on Vimeo.

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone