La verità oggi è un lusso che va pagato

9 Gennaio 2019 comunicazione video

In questa giungla quotidiana è basilare per i Brand affermare i loro valori, soprattutto quando il valore principale è l’autenticità.

Nicco

Nicco

Conosce tutti i modi (più uno) per usare i video nella comunicazione

Complottismi e fake news, chat robotiche, foto taroccate e come se non bastasse tutti che citano continuamente Black Mirror come se fosse il Times.
Il mondo dell’iperrealtà e della menzogna ha sostituito quello reale e occupato le pagine dei quotidiani, le trasmissioni televisive, la vostra bacheca di Facebook.
In questa giungla quotidiana è basilare per i Brand affermare i loro valori, soprattutto quando il valore principale è l’autenticità.

Parliamo di Match UK, società di dating online del gruppo Meetic.
Intanto il video:

Costruzione del racconto video

L’inizio di ogni racconto dovrebbe presentare la sua ambientazione di riferimento, soprattutto dovrebbe farlo un racconto che ha solo 45 secondi per esaurire il suo messaggio e questo fa il video di Match, ci acchiappa con l’amo del quotidiano, trasportandoci all’interno delle consuetudini che viviamo tutti i giorni, facendoci riconoscere nella narrazione e nelle situazioni che i personaggi vivono, creando un’identificazione. I primi 21 secondi servono a questo. Terrapiattisti, risate false, fotoritocchi e simulazioni di gioco sono parte del quotidiano per uomini e donne che vivono il nostro presente. Siamo noi che ci guardiamo allo specchio.
Tra questi riferimenti però ci sono anche delle scene che restringono il target e iniziano a focalizzare l’individuo a cui lo spot è rivolto.

production firenze

Odiate quei sorrisi finti di accondiscendenza.
Non sopportate chi dice che vi richiamerà e poi puntualmente non lo fa.
Cancellereste a badilate nei denti il sorrisetto di chi smercia cuori digitali spacciandoli per vero amore.
Allora siete i nostri utenti.
Noi siamo il Brand che parla al vostro bisogno di autenticità.

Sul sito dell’azienda sono pubblicati molti studi statistici. Mi sono perso in mezzo a questa montagna di dati che permettono all’azienda di capire sempre meglio il loro target di riferimento (su questo tema dovete assolutamente leggere M.I.L.F) in conclusione di uno di questi studi vengono riportati due degli obiettivi MANIFESTO dell’azienda:

“…match continues to empower singles to meet exciting and interesting people that you would not otherwise have met…match is committed to providing a safe and confidential community for its members…”

firenze video

Queste sono le PROMESSE che vengono raccontate nei rimanenti 24 secondi di racconto.
Con Match incontrerai persone interessanti che probabilmente non avresti potuto incontrare senza il nostro servizio online. Persone diverse da quelle che frequenti di solito.

L’attrice con il maglione giallo e il tatuaggio sulle nocche racconta questa PROMESSA.
E’ frizzante, è divertente, è nuova. La protagonista la guarda imbambolata, attratta dalla luce che emana. Quindi non stiamo parlando solo di INCONTRI, ma di SCOPERTA, di AVVENTURA, non intesa come una botta e via, ma invece come apertura verso il nuovo, esplorazione di territori mai battuti.

brand video

La nostra protagonista è invece il target a cui si riferisce la seconda frase del MANIFESTO: to providing a safe and confidential community.
Match Uk si fa pagare per i suoi servizi.
Quel pagamento per gli utenti è la garanzia istantanea che il prodotto in vetrina, le persone con cui matchare, è autentico e punta a qualcosa di più di un incontro rubato, di un like alla Tinder. I nostri utenti cercano appunto l’autenticità, per poterci costruire sopra qualcosa.

Il ritmo del racconto video

Nei primi 21 secondi, corriamo, veniamo sballottolati da un’immagine all’altra, in un vortice stilistico che sta diventando un tratto distintivo di molti commercial in cui il voiceover incalzante è il primo portatore di contenuto. Poi dopo la PREMESSA arriva la PROMESSA e tutto si calma. Il messaggio si fa più profondo, la color più dolce, la regia più morbida.
Indugiamo sugli sguardi della protagonista e sullo slomo delle risate (un po’ fintine a dire il vero).
Il video lancia la nuova tag line del brand: Start something real.
In parallelo con l’uscita dello spot sulle TV e nei cinema Uk è partita anche una campagna radiofonica in cui si raccontano le storie reali di coppie formate grazie a Match Uk.
Verità contro menzogna, il valore del vostro brand deve combattere i mali del nostro tempo.
Chiedetevi qual’è questo valore e poi raccontatelo!